domenica 11 agosto 2013

LA SETTIMANA FARNETICANTE DI ROSARIO CROCETTA, CHI DISSENTE E' MAFIOSO


E-mailStampaPDF
"E' sempre la solita storia: se sei con lui sei buono, se non sei con lui non sei buono". Ad affermarlo è Giancarlo Cancellieri, capogruppo del M5S all’Ars. Crocetta non sopporta il dissenso, e divide i siciliani in buoni e cattivi senza ammettere che i finti buoni sono solo persone che perseguono interessi privati  ancorché leciti ed il particolare profitto. E’ stata una settimana farneticante quella di Rosario Crocetta. Tutti mafiosi, la stampa, i giornalisti, i deputati e adesso gli anti-MUOS. Chi lo critica o lo avversa nella propria azione “politica” è mafioso, ovvero aiuta la mafia che egli lotta. È perlomeno stravagante che Crocetta accosti quotidianamente il dissenso al condizionamento mafioso.