lunedì 7 marzo 2011

QTSicilia è realtà

Progetto QTSicilia

la primavera dell'informazione

on line il 21 marzo


www.qtsicilia.it


Premessa
Viviamo nella cosiddetta era della comunicazione, dove non sempre è importante ciò che si fa, ma piuttosto far sapere cosa si fa. La comunicazione è diventata imprescindibile sia nel Privato, basti pensare al fenomeno dei blog o di facebook, e sia nel Pubblico, sempre più attento a far conoscere le proprie azioni ai cittadini.
La Pubblica Amministrazione locale, sia essa rappresentata da un comune o da un ente sovra comunale, non sempre ha a disposizione strumenti di comunicazione in grado di far conoscere la propria realtà e le proprie attività ai cittadini e a coloro che per diversi motivi frequentano città, paesi e territori della Comunità. La mancanza o la precarietà della comunicazione spesso induce ad una ignoranza diffusa, ad un estraniamento dalla vita della Res Publica. D’altro canto il disamore nei confronti della politica si allarga sempre più spesso alla Pubblica Amministrazione; l’ignoranza e il disamore favoriscono la sfiducia verso chi ci governa, dal livello locale a quello nazionale, e l’incredulità nei confronti di ogni atto, azione e intervento pubblico. Si attiva così un circolo vizioso che allontana sempre più gli elettori dalla politica e i cittadini dalla Pubblica Amministrazione. Si rende necessario, allora, un cambio di rotta che sia in grado di valorizzare e promuovere quanto di buono e di utile accade nel cosiddetto settore Pubblico. Si vuole cioè innescare un circuito virtuoso di buone prassi di informazione e di comunicazione in grado di ampliare la partecipazione dei cittadini alla vita politica, economica, sociale e culturale del proprio territorio.

Concept
L’idea alla base del progetto editoriale QTSicilia, parte dalla precedente considerazione. Si propone, infatti, di creare uno strumento di comunicazione che riesca a mettere in rete, dal punto di vista comunicativo e relazionale, le buone prassi della Sicilia e a comunicarle alla vasta platea degli utenti di internet, e a quelli riuniti in un database selezionato, di cittadini abbonati gratuitamente, dirigenti delle P.A., Amministratori regionali, provinciali, comunali, Enti non territoriali, della deputazione isolana, degli addetti stampa, delle imprese, degli operatori economici, del mondo delle professioni  . Creando altresì un ponte ideale con le altre realtà simili di tutta Italia.

Il Piano Editoriale
QTSicilia sarà un giornale nuovo, interattivo e con un taglio editoriale incentrato maggiormente sul valorizzazione e sulla comunicazione delle buone prassi siciliane e sulle attività produttive del tessuto imprenditoriale siciliano.
Il giornale sarà composto dalle seguenti sezioni:
  1. Editoriale di analisi politica (1 pagina)
  2. Sezione sui Bandi pubblici su appalti e gare di servizi e forniture siciliani (6 pagine)
  3. Sezione sulle buone prassi amministrative in cui approfondire la conoscenza di particolari attività innovative sviluppate dalle amministrazione comunali (4 pagine)
  4. Sezione dedicata alla valorizzazione dei settori produttivi siciliani (4 pagine)
  5. Sezione dedicata alla Ricerca e all’Innovazione (4 pagine)
  6. Sezione dedicata alla Cultura e al Sociale (4 pagine)
  7. Vetrina delle Imprese e del Lavoro (1 pagina)
La formula editoriale_il giornale
QTSicilia, che sarà on line all’url www.qtsicilia.it, nasce dall’esperienza di QT – Bandi in Linea (www.bandinlinea.it), edito dalla Contesto Srl di Barletta.
Si tratta di un Quotidiano Telematico nella sua forma on line e on desktop (attualmente è inviato quotidianamente agli oltre 10mila contatti del nostro database), che nella forma cartacea “print on demand”. Il giornale, infatti, impaginato come un vero e proprio giornale e sarà stampabile come tale.
QTSicilia si presenta ad un mercato variegato, a tutti gli Enti pubblici ma anche alla clientela privata che fornisce prestazioni di beni e servizi agli stessi, al fine di diventare un ulteriore ed insostituibile anello di congiunzione informativo.
All’occorrenza esso può diventare un giornale interamente dedicato ad un singolo evento in grado di approfondirne tematiche, promuoverne i contenuti e valorizzarne l’esperienza; un vero e proprio “event press” a servizio del singolo comune o ente che sia.

La formula editoriale_il portale internet
All’indirizzo www.qtsicilia.itQTSicilia sarà anche e soprattutto un portale sempre aggiornato e fruibile.
Il portale è pensato tenendo conto delle attuali tendenze della comunicazione on web.
Sarà strutturato come un sito web 2.0 e conterrà le seguenti sezioni:
  • Breaking news,in cui saranno pubblicate le notizie dell’ultimora. Una sezione in continuo aggiornamento in cui sarà possibile informare in tempo reale sui fatti siciliani, in primis, nazionali e internazionali.
  • Spot delle notizie pubblicate sulla versione pdf/cartacea del giornale, in sui saranno pubblicati gli abstract degli articoli delQTSicilia del giorno; la lettura complessiva degli articoli potrà continuare aprendo il pdf del giornale.
  • Blog siciliani, in cui dare voce ai migliori e più letti blog siciliani. Voci autorevoli e informate sui fatti e sulle realtà del territorio.
  • Antenna del territorio, in cui promuovere iniziative di interesse sociale, culturale, economico proposte dagli enti e dai comuni siciliani.
  • Area networking, in cui creare una community di lettori e fruitori assidui del giornale e del portale, con re-indirizzamenti ai più importanti social network del web. Da qui sarà possibile accedere alle pagine dei social network più importanti a cui QTSiciliasarà iscritto.
Tutte le sezione del portale prevedono la possibilità di lasciare dei commenti alle news, agli articoli, ai servizi della web tv e ai blog stessi.
La formula editoriale_la web tv
Il portale ospiterà anche una web tvQT News.
La web tv sarà la vetrina di inchieste e servizi giornalistici di approfondimento delle tematiche più calde del momento.
In una seconda fase la web tv potrà anche trasmettere piccoli format con cadenza mensile.
A titolo esemplificativo si propone una trasmissione in streaming dedicata ai bandi di gara, strutturata in 3 parti.
1. Questa parte del programma sarà incentrata sulla promozione di una gara pubblica di grande dimensione bandita da una P.A. (locale, territoriale, provinciale…). La gara sarà presentata da due punti di vista, uno tecnico (con la spiegazione del bando, del capitolato e di tutti gli altri passaggi amministrativi) e uno strategico, attraverso un’intervista al sindaco del comune o al rappresentante dell’Amministrazione promotrice del bando stesso. In questa intervista sarà presentata la visione strategica alla base dell’opera e/o della fornitura di servizi oggetto del bando, con foto, filmati, ricostruzioni virtuali, ecc.
2. In questa parte troverà spazio una rubrica dedicata alla presentazione dei migliori bandi italiani attivi e aperti. Questi verranno presentati dopo una cernita tra i migliori (sia per importo complessivo sia per oggetto del bando) pubblicati dalle P.A. italiane. Gli stessi bandi saranno presentati sull’edizione on line di QTSicilia e arricchiti di tutti i dettagli utili all’approfondimento.
3. Questa parte sarà dedicata all’approfondimento delle buone prassi della Pubblica Amministrazione attraverso la presentazione di opere, lavori e/o forniture di servizi già realizzati conseguentemente a bandi di gara pubblici. La sezione verrà organizzata con la proiezione di un servizio giornalistico sul “prima, durante e dopo” e con delle interviste ai cittadini beneficiari dell’opera oggetto di gara.

Il target
QTSicilia, nella sua duplice veste di giornale e di portale, ha diversi target:
  1. La Pubblica Amministrazione siciliana e italiana,
  2. Le imprese siciliane e italiane,
  3. Gli utenti di internet,
  4. I lettori riuniti in un database previsto in 100.000 indirizzi, a cui sarà inviato via mail in abbonamento gratuito il giornale stampabile ivi comprese aziende, pubbliche amministrazioni e loro dirigenti e amministratori, professionisti etc.,
  5. I cittadini e gli abitanti della Sicilia,
  6. Gli utenti internet.

Diffusione
QTSicilia ha una triplice modalità di fruizione:

  1. On line,
sfogliabile attraverso un pdf animato sempre disponibile  sul sito internet www.qtsicilia.it dalle 19.00 del giorno prima della pubblicazione alle 19.00 del giorno stesso (e poi nell’archivio dei numeri arretrati);
  1. On mail,
attraverso l’invio della mail contenente il giornale in formato pdf sfogliabile a tutti i contatti del database del giornale. Il database del giornale sarà composto del database storico di QT – Bandi in Linea (oltre 10mila contatti in Italia) e da tutti gli indirizzi mail della deputazione siciliana, della PA siciliana, delle aziende, delle associazioni di categoria, delle associazioni del mondo economico, culturale e sociale, dei siciliani sparsi in ogni nazione del mondo, ecc..
  1. Cartacea in “print on demand”,
attraverso la stampa e la distribuzione in punti strategici come uffici della PA, info point, stazioni, centri commerciali, ecc., anche al di fuori dal territorio siciliano.

La periodicità
Una volta a regime, QTSicilia sarà un magazine con 5 uscite settimanali (dal lunedì al venerdì).
Nei primi due mesi di attività il giornale uscirà il venerdì, per un totale di 4 uscite mensili.

Pagine
QTSicilia sarà strutturato  in 24 pagine.

La redazione
QTSicilia avrà una redazione fisica a Catania, mentre il server di distribuzione sarà a Barletta. La redazione sarà composta da un direttore di testata, un direttore editoriale, due redattori e tre giornalisti/pubblicisti.

La pubblicità
Le pagine di QTSicilia potranno ospitare pubblicità, sia legale che commerciale. La pubblicità commerciale sarà gestita dalla concessionaria Intelmedia di Barletta, attraverso l'agenzia regionale Info Punto sas.
Anche il portale e la web tv potranno essere utilizzati per la pubblicità commerciale e istituzionale nei seguenti modi:
  • ospitando spazi-vetrina di singole aziende,
  • realizzando video reportage sui processi produttivi che saranno trasmessi sulla web tv.
Obiettivi
QTSicilia persegue diversi obiettivi:
-          favorire l’informazione libera;
-          ampliare l’offerta informativa per i siciliani e gli utenti internet;
-          approfondire tematiche produttive, sociali e culturali del territorio;
-          comunicare il territorio in tutta la sua complessità;
-          offrire una vetrina economico-commerciale alle aziende e ai produttori locali.
-          dare voce all’azione pubblica degli enti e dei territori siciliani;
-          favorire la conoscenza dell’azione amministrativa della PA siciliana in Italia e nel mondo.

Potenzialità e vantaggi
Diverse le potenzialità e i vantaggi di QTSicilia:
-          crescita di un rinnovato sentimento di appartenenza ad una cultura comunitaria e condivisa;
-          supporto nelle azioni comunicazione e di promozione dei singoli enti pubblici;
-          creazione di una comunità di utenti informati sulla vita pubblica del proprio territorio;
-          sviluppo economico-commerciale delle aziende e dei produttori locali.

Conclusioni
QTSicilia si configura come uno strumento di informazione e di comunicazione multitasking.
Si propone di essere un innovativo strumento di informazione del terzo millennio, inviato casa di 100.000 lettori abbonati via mail gratuitamente, che possono stampare il proprio quotidiano cartaceo, con una web tv con inchieste e servizi giornalistici ed un portale multidisciplinare per tutti.