mercoledì 18 aprile 2012

DONEGANI GATE, RICEVIAMO E RISPONDIAMO
Costume & Società
Scritto da ADOMEX   
Martedì 17 Aprile 2012 19:40
RICEVIAMO UNA LETTERA, DALL’ON. MIGUEL DONEGANI, CHE PUBBLICHIAMO CON NOSTRE ANNOTAZIONI IN MAIUSCOLO E IN COLORE ROSSO PER DISTINGUERCI ELEGANTEMENTE. L’ALLEGATA REPLICA A QUESTA LETTERA RIGUARDANTE L’ARTICOLO DI GAETANO SANFILIPPO DEL 15 U.S., LA PUBBLICHEREMO QUANTO PRIMA APPENA LO SPAZIO REDAZIONALE CE NE DARA’ LA POSSIBILITA’. Buona lettura
 
PDL, PARTITO DEI LATITANTI... DELL'ETICA POLITICA
Il Giornale della Protesta
Scritto da FABRIZIO GIANNINO   
Martedì 17 Aprile 2012 17:15
 Il rigurgito popolare, il rigetto verso i partiti tradizionali, aumenta sempre, ogni giorno, in maniera esponenziale, soprattutto in un momento di gravissima crisi finanziaria in cui versa la popolazione. Accorgersi che a fronte dei sacrifici richiesti al ceto medio e medio – basso i cosiddetti potenti di ogni livello piramidale e territoriale non vengono sfiorati, anzi, si comprende che solamente loro si arricchiscono sempre più, coi soldi sottratti alla comunità, dovrebbe portare alla rivoluzione. Una rivoluzione democratica, civile. Ma la Rivoluzione occorre per invertire l’andazzo politico-sociale, la Rivoluzione del consenso popolare.
Occorre essere consapevoli per poi espandere la consapevolezza ad altri e trovare e utilizzare forme alternative e decise per contrastare ed indebolire l'attuale sistema, essere CONSAPEVOLI E' l'ARMA che abbatterà questo POTERE. Indigniamoci pure, ma facciamo seguire i fatti alle dichiarazioni d’intento. Manifestiamo ancora, ma concretizziamo il nostro dissenso nelle urne. Non facciamoci illudere ancora, MANDIAMOLI A CASA!
Ecco chi sono:
 
GELA, Mr. D. : Un rapporto casuale con la lingua italiana
Politica
Scritto da ADOMEX   
Lunedì 16 Aprile 2012 22:46

<< L'area del Pd che fa riferimento al deputato Miguel Donegani ha fissato i tempi: Entro il 24 aprile il Raffaele Lombardo dovrà comunicare la data delle prossime elezioni regionali all'Ars.
Se non lo farà verrà chiesta la mozione di sfiducia, ed ancor prima del 9 maggio, giorno in cui si saprà se verrà rinviato a giudizio o meno.
Questo quanto emerso dal vertice che si è svolto ieri mattina ad Enna tra i rappresentanti dell’Area anti-Lombardo del Pd che fa riferimento al segretario Bersani, Bernardo Mattarella e Miguel Donegani.
Presenti tutti i sostenitori della corrente democratica, da Mirello Crisafulli ad Angelo Capodicasa e il segretario del Primo circolo Giampaolo Alario.
“Non eravamo visionari quando eravamo contrari all'appoggio al governo Lombardo – dice Donegani -Chiedevamo riforme ma c'era una parte del Pd che era miope. Non abbiamo fatto gli uccelli del malaugurio e spero dal punto di vista personale che possa  dimostrare la sua estraneità, ma dal punto di vista politico il problema rimane. Ricordo che a Gela il 98 per cento dei nostri iscritti in un referendum  da me promosso si è espresso per togliere l'appoggio a Lombardo. Oggi i fatti mi danno ragione”. >>
  
Gela, Mr. D. "A Sarda", il Trota della nostra Regione...
Politica
Scritto da Gaetano Sanfilippo   
Domenica 15 Aprile 2012 23:57

Un tempo la politica italiana aveva esempi da seguire di grande riferimento come De Gasperi, Togliatti, Pertini... I figli di quella classe politica sono stati Andreotti, Berlinguer, Craxi, Scalfaro. Ogni modello ha creato figli di calibro minore e purtroppo l’imbuto genetico ha continuato a sfornare esempi di una classe dirigente moderna poco degna dell’onorabilità dei propri padri spirituali. Se l’ultima fase della politica italiana ha prodotto la Minetti, la Carfagna, insieme a schiere di veline e tronisti, siamo davvero arrivati alla fase decadente repubblicana...
Noi siciliani ci siamo sempre contraddistinti per rispondere subito ad ogni modello proposto dalla politica nazionale e regionale... Per non sottrarci al vanto abbiamo costretto il “povero” Scillipoti a recitare la parte di Scillipoti il responsabile, per non farci fregare dai Campani come Cosentino abbiamo costretto i poveri Romano, Dell’Utri, Mannino, Cuffaro a recitare la parte degli  amici dei boss...
Ma adesso il mondo politico siciliano è attonito, ha una vacatio, e lancia un’altra sfida… chi si potrà vantare di avere un altro Trota, alias Renzo Bossi?