domenica 22 aprile 2012



"QUANDO RUBAVAMO ASSIEME", intervista all'ANONIMO autore
Cultura
Scritto da FABRIZIO GIANNINO   
Domenica 22 Aprile 2012 16:52
Il 5 dicembre ultimo, dopo un parco incontro avuto con gli autori “ANONIMO & ANONIMO”, scrivevo per descrivere con molta immaginazione, un brevissimo commento sullo squarcio del velo sul mondo della politica “all’ombra dell’Etna”, giacché per la materia trattata nessuno dei due voleva fare anticipazioni e sperando che l’opera si completasse entro aprile, redigevo questo, che rimetto di seguito, per vostra memoria:

Curiosando nel mondo dell'editoria ci siamo imbattuti in un'opera che lascerà strascichi e polemiche. Edito da Contesto, un saggio, anche ironico a volte, su un mondo che tutti conoscono dall'esterno, quello della politica, dove tutti sembrano esternare, ma nessuno va in profondità, non svela cosa c'è dietro l'angolo.
Questo volume da ciò che ci hanno detto gli autori, squarcia il velo, ci restituisce personaggi, fatti, gossip che difficilmente sono stati mai raccontati. Una sorta di "revenge" o vero "pentimento nei confronti di un passato criminal-politico" con annessa catarsi?
"Una purificazione da una contaminazione sia spirituale che materiale dopo la folgorazione sulla via di Damasco. Ho chiuso con un passato che oggi non mi appartiene più e del quale mi pento". Queste le sole dichiarazioni strappate ad uno degli autori trincerati dietro il più assoluto riserbo, i quali aggiungono: "Veda non vogliamo assolutamente inguaiare nessuno. Sono già passati anche 20/30 anni dai fatti narrati e documentati, per cui nessuna complicazione di natura penale ci sarà, solo una valutazione degli uomini dal punto di vista etico-morale". Per il resto un riservato silenzio.