martedì 3 marzo 2009

Paternò: E' ora di smetterla !!!

Chi siamo, da dove veniamo e dove andremo. Ogni settimana in trepida attesa dello stillicidio di notizie. Una invettiva unilaterale senza possibilità di contraddittorio. Un uso indiscriminato di notizie tratte da atti giudiziari e artigianalmente arricchite con storie personali anacronistiche che non interessano a nessuno. Questo il mestiere che esercita il direttore, che non citiamo per evitare ....., del settimanale MAGMA. Quale può essere il fine non ci è dato sapere. In un momento in cui il nostro paese è attanagliato da una crisi economica senza precedenti, dove la disoccupazione cresce tutti i giorni, non abbiamo certamente il bisogno di vederci propinare pseudo-scandalismi scopiazzati e commentati da rapporti di PG e tratti da intercettazioni telefoniche. Altri sono i problemi seri che devono essere affrontati, quelli che interessano la gente che stenta quotidianamente a far quadrare il proprio bilancio.
Come abbiamo sempre sottolineato ci sembra uno scandalo già questo, l'uso indiscriminato per fini di lotta politica delle stesse con l'aggravante poi di usarne solo determinati pezzi che scollegati dal contesto generale ingenerano nel lettore erronee convinzioni.
Noi censuriamo tali comportamenti e plaudiamo la iniziativa governativa del blocco della diffusione degli atti giudiziari che devono servire solo agli inquirenti per fare luce su fatti penalmente rilevanti e non a giornalisti che per vendere molto di più le usano come richiamo scandalistico.
Ora che questa pratica di questa turpe consuetudine termina vorrei capire quale mestiere andranno a fare tutti questi giornalisti che per professione hanno fatto gli avvoltoi.