mercoledì 18 marzo 2009

Paternò ( Catania ) Evasioni e poi ..... evasioni ?

Riceviamo una mail semiseria di un nostro attento quanto assiduo lettore, attento al settore dei sevizi sociali, molto attento anzi, che pubblichiamo qua di seguito:

"Egregio dott. ADOMEX: 

 Viste le sue amicizie con il sindaco di Bafatà, desidererei che Ella si facesse carico di recapitare, per mio conto, una richiesta di consulenza di natura amministrativa. Tale richiesta così si articola:

Sono il presidente di una cooperativa sociale appaltatrice di un servizio ai bambini disabili in un comune della Sicilia (Italia). Fino ad oggi tutto è andato bene per i pagamenti delle fatture spiccate al Comune a fronte del servizio reso. Adesso, l’ufficio preposto all’emissione  del mandato di pagamento, mi richiede la presentazione delle fatture accompagnate dal DURC in originale e non più in autodichiarazione come è stato fatto fino ad adesso. Il problema è che non pago i contributi dei dipendenti da parecchio tempo e quindi non posso ottenere il DURC in originale. Morale della favola è che il Comune, fino a quando non produrrò la documentazione in originale, non farà più pagamenti.

 Domande:

1)      Cosa rischio per aver presentato autodichiarazione di regolarità contributiva (DURC) mendace?

2)      Cosa rischia il funzionario preposto del Comune al controllo della veridicità delle mie dichiarazioni?

3)      E’ vero che, secondo quello che c’è scritto nel capitolato d’appalto, l’ufficio dei servizi sociali dovrebbe revocarmi l’appalto perché non sono in regola con questo maledetto DURC?

4)      Come posso ovviare a questi problemi affinché si sblocchino i pagamenti delle fatture e quindi procedere al pagamento delle spettanze arretrate del personale?

 Illustrissimo dott. Kabron, sindaco di Bafatà, spero che l’esposizione dei fatti sia stata chiara e che affiori la drammaticità della situazione, per cui confido in una sua celere risposta restando a disposizione di eventuali chiarimenti che Ella vorrà richiedermi.

Egregio dott. Adomex, questo il contenuto della richiesta. Restando in attesa, cordialmente La saluto. Mastino".

Ora, se il tono è scanzonato, il problema appare serio. Abbiamo condotto una serie di informazioni informali e sembra che il nostro Mastino sia ben infornmato circa la seria probabilità che ad una delle cooperative che ha un appalto come prestatore di servizi presso il Comune di Paternò, sia stato bloccato il pagamento perchè non abbia prodotto l'originale del DURC, che è il documento rialsciato dall'INPS attestante i pagamenti contributivi dei propri dipendenti, necessario a tal fine da qualche anno. Ma delle domande che sorgono spontanee : L'ufficio si è accorto solo adesso della mancanza del documento ovvero prima ha acquisito solamente l'autocertificazione non ammissibile quale sotituto del DURC per i rapporti con la pubblica amministrazione? Se così fosse aggiungeremo al bianco lo splendore, tutti i rapporti sarebbero irregolari. Quali provvediementi ha assunto l'amministrazione comunale a seguito di questo controllo? Nessuno probabilmente, come sempre. Il neo assessore Cancelliere, che certamente sa, usa l'inerzia amministrativa per tirare a campare? Non risponde alle domande che provengono dai cittadini, questo lo sa fare bene.

Intanto la cooperativa in questione non ricevendo fondi non paga gli stipendi ai dipendenti da qualche mese.

I servizi sociali sono una autentica pentola a pressione che rischia di scoppiare e coinvolgere tutta l'amministrazione.

In mancanza di notizie ufficiali da parte dell'assessore al ramo, noi voce dei cittadini, ci vedremo costretti a chiederle ad altra autorità. Intanto si tira a campare con sprovvedutezza.