venerdì 11 settembre 2009

su CataniaPolitica: Paternò, tiene ancora banco l’attacco a La Russa dall'interno del PdL locale


Ieri sul sito di notizie e analisi sui fatti etnei CataniaPolitica (www.cataniapolitica.it) è apparso questo ragionamento simpatico su Paternò che riproponiamo sotto.
Peccato che l’articolo non sia rimasto on line a lungo, ma trattandosi CataniaPolitica di un quotidiano ovviamente ogni giorno cambia i contenuti. Ovvero qualcuno ha "intercesso" per farlo scomparire?
In ogni caso, lo abbiano copiato e salvato noi per i lettori di SiciliaSette.

Paternò, tiene ancora banco l’attacco a La Russa
di Gionata Strano

La cittadina di Paternò sta divenendo sempre più centrale per lo sviluppo di qualsiasi politica di medio corso del Pdl etneo e per certi versi anche siciliano tout court. Fra scandali locali e nazionali, il piccolo (ma mica tanto) borgo alle porte di Catania sta assumendo un peso politico non indifferente e secondo alcuni da qui passano i destini di molti notabili Pdl.
Non si placa, ad esempio, la polemica inerente Ignazio La Russa, coinvolto in una inchiesta del settimanale Panorama, di proprietà (sarà un caso?) del premier Silvio Berlusconi. A qualche settimana dallo scoppio della bomba mediatica, infatti, ancora in paese lo scontro è caldissimo. Tanto che, come riferitomi da un uccellino, anche fedelissimi dell’attuale establishment pidiellino ormai hanno perso la pazienza ed iniziano ad accusare palesemente di tutti i loro guai La Russa, per qualche deputato locale reo, con la sua visibilità nazionale, di aver fatto puntare su Paternò i fari del grande giornalismo.
A tale caos si aggiungono le voci sulla possibilità che qualche politico Pdl possa decidere di collaborare alle indagini in corso inerenti i terreni su cui dovrebbe sorgere il locale termovalorizzatore ed i relativi certificati di conformità. Certo, pettegolezzi finora. Ma si sa che alle nostre latitudini la politica si fa anche (e soprattutto) con le chiacchiere da bar.

CataniaPolitica, mercoledì 09.09.2009