sabato 29 novembre 2008

Le Pasquinate



La satira e la cultura italica costituiscono un binomio inscindibile sin dall’antichità: Orazio, Marziale e Giovenale sono alcuni dei principali scrittori che, sulle orme di quelli Greci, contribuirono a sviluppare il genere letterario. L’intonazione aggressiva, polemica, sferzante, accompagnata a battute scherzose e mordaci ha da sempre caratterizzato le opere di satira. "CASTIGARE RIDENDO MORES". Dall’inizio del XVI secolo la tradizione della satira vive una stagione particolarissima proprio a Roma grazie alle cosiddette “pasquinate”. Con questo termine si indicano le prese in giro graffianti, le invettive politiche, in cui trovava sfogo anonimo il dissenso popolare rivolto spesso alla Chiesa e a tutto l’ambiente curiale accusato di corruzione, nepotismo, ostentazione, sfarzo.
Sulla antica statua di Pasquino, prima delle altre, vengono appesi sonetti, epigrammi, frasi che la rendono “parlante”.

Oggi Pasquino è disoccupato, e noi di Political Scorret, per rinverdire la tradizione e non far dimenticare la cultura satirica della migliore tradizione italica, lo abbiamo assunto nella nostra redazione. Faremo parlare Pasquino da oggi in poi, facendo riposare il povero zio Johnny imbavagliato (italo-americano di Bruccolino) che finora e fino a ieri (vedi posto sotto) ci è stato molto vicino dispensandoci consigli e silenzi molto loquaci.

Ringraziamo Pasquino per l'onore che ci da, ospitandolo nelle nostre pagine.
Oltre al classico Pasquino saranno con noi le TRE SCIMMIE, quella che non sente, ma sente oltre quello che si dovrebbe, che non vede, ma vede oltre quello che si dovrebbe, e non parla ........... vedremo di riuscire a farla parlare.
MEMENTO HOMO