mercoledì 5 marzo 2008

ELEZIONI POLITICHE 2008: IL PROGRAMMA PER IL SUD



Il Movimento per l'Autonomia e Raffaele Lombardo protagonisti alla presentazione del programma di governo del Pdl. I quattro leader della coalizione, Berlusconi, Fini, Bossi e il leader autonomista hanno illustrato i sette punti programmatici su cui si baserà il progetto di rilancio del Paese. Tra le priorità piano delle infrastrutture e fiscalità di vantaggio per il Sud, inseriti grazie all'accordo politico realizzato tra Pdl e Mpa, che presenterà proprie liste in tutto il Sud Italia col simbolo "Mpa-Alleati per il Sud".

"Abbiamo partecipato alla stesura del programma - ha dichiarato Lombardo durante la conferenza stampa - e il quinto punto e' fondamentale e centrale: prevede le misure necessarie per il rilancio del Mezzogiorno; dalle infrastrutture alla fiscalita' compensativa, fino al federalismo. Insomma, tutto quello che abbiamo concordato insieme e che abbiamo ottenuto dopo la richiesta di una sinergia programmatica".

Il leader autonomista ha poi proseguito:" Il Movimento per l'Autonomia avrà una rappresentanza governativa proporzionata ai consensi che otterremo, e la nostra pattuglie parlamentare sarà il presidio che vigilerà sul'attuazione di questi punti programmatici".

Di seguito i punti del Programma di Governo per il Sud e la Sicilia.

  1. piano decennale straordinario concordato con le Regioni per il potenziamento, completamento e realizzazione delle infrastrutture: porti, reti stradali e autostradali, alta capacità ferroviaria, Ponte sullo stretto, in modo da formare un sistema logistico integrato e creazione di zone e porti franchi
  2. "Leggi Obiettivo" speciali concentrate su turismo e beni culturali, agroalimentare e risorse idriche, infrastrutture e logistica, poli di eccellenza per la ricerca e l’innovazione
  3. realizzazione di un piano strategico di riconversione dell’industria chimica pesante (impianti petrolchimici e centrali termoelettriche) ispirato alle nuove tecnologie
  4. pieno e tempestivo utilizzo dei fondi comunitari attraverso nuove intese istituzionali di programma
  5. realizzazione della Banca del Sud secondo il progetto del Governo Berlusconi
  6. federalismo fiscale solidale e misure di fiscalità di sviluppo (fiscalità compensativa) a favore delle aree svantaggiate
  7. contrasto alla criminalità organizzata; piano di emergenza per la sicurezza e la legalità