sabato 15 marzo 2008

SICILIA: ELEZIONI 2008, UNA STORIA GIA' SCRITTA

Tutto è compiuto. Anche le liste per le regionali sono state depositate. Si notano subito, in provincia di Catania, le due corazzate del Pdl e del MpA, che potrebbero fare incetta di deputati, da 10 a 13, lasciando agli altri partiti solo le briciole. E saranno proprio le candidature regionali che condizioneranno anche il voto alla Camera ed al Senato. Proprio così. La ricerca del voto di preferenza sarà quello che muoverà le masse di elettori, e quei 20 punti di vantaggio che in Sicilia il centrodestra vanta nei sondaggi nazionali, è destinato a crescere in virtù della bontà delle candidature regionali nei confronti di una sinistra incapace di organizzarsi. Stesso discorso vale certamente anche per l’UDC di Cuffaro, dove in Sicilia, e specialmente nella parte occidentale dell’isola, l’organizzazione dello scudocrociato è notevole.

La regola è che mentre si cerca di captare il consenso della preferenza, gli apparati dovranno inevitabilmente indurre l’elettore a votare il simbolo del partito anche alla Camera ed al Senato. E questa, è solo una partita interna al Centrodestra.

Lombardo così rischia una elezione bulgara andando oltre il 60% dei voti, considerando che in coalizione c’è anche l’UDC, aggiungendo che non sarà indifferente l’apporto che Berlusconi darà alla coalizione in termini di immagine, e sappiamo che il divino Silvio qui in Sicilia è molto amato. Insomma una mistura vincente. E la sinistra si avventura in quella che potrebbe essere una debacle assoluta, il punto più basso in termini di consensi della propria storia.

Ecco le 12 liste presentate per il collegio provinciale di Catania per le prossime elezioni regionali. Sono, in ordine di presentazione: Forza Nuova; Amici di Beppe Grillo - Sonia Alfano presidente; Rita Borsellino-Sinistra arcobaleno; Casini-Udc; Popolo delle libertà; La Destra-Fiamma tricolore; Di Pietro-Italia dei valori; Partito democratico - Finocchiaro presidente; Mpa-Autonomia sud; Lombardo presidente - Sicilia forte e libera; Anna Finocchiaro - Presidente per la Sicilia; Democratici autonomisti - Lombardo presidente.

Forza nuova: Giuseppe Bonanno Conti, Giuseppe Montalto, Fernando Adonia, Giuseppe Aglianò, Antonina Calmante, Rosaria Cicero, Gaetano Fatuzzo, Rosario La Spina, Maria Maccarone, Elisa Maugeri, Pietro Paolo Messina, Matteo Messina, Alberto Pappalardo, Franco Schiavone, Maria Rita Zappalà, Giuseppe Montagna, Antonello Daniele Amato.

Amici di Beppe Grillo-Sonia Alfano presidente: Sonia Alfano, Alessandro Messina, Damiano Rapisarda, Giulia Grillo, Isidoro Allegra, Mario Michele Giarrusso, Luciano Savasta, Blochin Cuius, Savio Pagano.

Rita Borsellino-Sinistra arcobaleno: Lucia Sardo, Alfio Foti, Pippo Bellomo, Pina Calcagno, Luca Cangemi, Michele Cappella, Giovanni Caruso, Paolo Castorina, Monica Fiumara, Rita Annalisa Fondacaro, Giuseppe Furnari, Maurizio Grosso, Tommaso Medici, Carmelo Palumbo, Maria Catena Rita Pignataro, Monica Spataro, Nello Tringali.

Casini-Udc: Fausto Fagone, Salvo Giuffrida, Angelo Spina, Giovanni Scaringi, Angelo Moschetto, Nico Le Mura, Armando Sorbello, Nicola Santangelo, Arturo Aloisio, Gea Basile, Cleopatra Bonaccorsi, Graziella Caggegi, Elena Giordano, Grazia Maria Guardia Morabito, Elvira Veronica Rabuazzo, Giuseppina Reale, Deborah Sapienza.

Popolo della libertà: Pippo Ardiacono, Giovanni Cristaudo, Nino D'Asero, Pippo Limoli, Ascenzio Maesano, Fabio Mancuso, Pippo Nicotra, Salvo Pogliese, Guglielmo Scammacca della Bruca, Marco Falcone, Angela Longhitano, Giuseppa Mazzaglia, Salvo Pace, Veronica Parasiliti, Carlotta Anna Maria Reitano, Giovanna Scandura, Giuseppina Virgillito.

La Destra-Fiamma tricolore: Gino Ioppolo, Silvio Alecci, Nino Cantali, Domenica Condorelli, Nunzio Michele Cosentino, Michelangela Maria Cristaldi, Giacomo Gargano, Giacomo Lapiana, Silvia Mangano, Maria Ada Messina, Salvo Musumeci, Toni Pirrotta, Gioacchino Randazzo, Chiara Ronsisvalle, Alessandro Maria Giovanni Tornello, Rosalba Rita Torrisi, Jenny Zagami.

Di Pietro-Idv: Natale Spirio, Eliana Rasera, Silvio Di Napoli, Santo Todero, Michele Barbagallo, Rosario Guarrera, Egidio Carria, Giuseppe Guglielmino, Ernana Agnello, Tano Musumeci, Angelo Palumbo, Gaetano Gagliano, Nunziato Proietto, Gerdardo Costanzo, Carmela Patanè, Maria Calabrò, Silvana
Ursino.

Pd-Finocchiaro presidente: Giovanni Barbagallo, Nino Di Guardo, Dino Fiorenza, Nuccio Agliozzo, Silvestro Arcoria, Concetta Bonaffini, Alfio Cardillo, Giorgia Lorenza Consoli, Luigi Failla, Francesca Angela Miraglia, Concetta Raia, Salvatore Rubino, Maria Sciuto, Daniele Sorelli, Beppe Spampinato, Francesca Villafranca.

Mpa-Autonomia Sud: Lino Leanza, Angelo Lombardo, Enzo Oliva, Nino Amendolia, Giuseppe Arena, Francesco Calanducci, Mimmo Rotella, Filippo Condorelli, Nicola D'Agostino, Orazio D'Antoni, Mariella Falcone, Margherita Ferro, Marco Forzese, Melina Fragalà, Serafina Perra, Carmela Schillaci, Maria Consoli.

Lombardo presidente-Sicilia forte e libera: Gaetano Alba, Vincenzo Carrà, Mario Chisari, Giancarlo D'Agata, Alfio Di Bartolo, Piero Mangano, Renato Murabito, Orazio Pellegrino, Emanuele Spampinato, Elio Tagliaferro, Tina Urzà, Liliana Vasta, Elena Mignemi, Dina Terrasa, Santina Porto.

Anna Finocchiaro-Presidente per la Sicilia: Giuseppe Cicala, Salvatore Anastasi, Felice Belfiore, Eufemia Callari, Barbara Conigliello, Vito Cortese, Monica Culotta, Anna Finocchiaro, Francesco Nicotra, Luca Rinaudo, Pippo Randis, Salvino Scalia, Angela Sciammacca, Nello Sicuri.

Democratici autonomisti-Lombardo presidente: Armardo Alibrandi, Lucia Angelico, Gigi Attanasio, Saro Fichera, Ignazio Gambino, Salvatore Gaurrera, Luigi Pappalardo, Anna Polisano, Massimo Porta, Claudio Raciti, Ionella Consuelo Rapisarda, Francesco Saglimbene, Claudia Sammiceli, Gaetano Tafuri, Giuseppe Zappalà, Cinzia Raciti, Rosa Mauceri.