sabato 22 dicembre 2007

Come vive la mia famiglia?


Un amico mi ha chiesto se avevo voglia di scrivere due parole sulla mia condizione "economico-lavorativa": accetto molto volentieri perchè il suo intento è quello di cercare di far traspirare un po' di speranza e fiducia soprattutto alle nuove generazioni, ai "bamboccioni" , alle neo-coppie. Noi siamo 5 in famiglia, 3 bambini sotto i 6 anni e 2 adulti e lo stipendio è solo 1, quello di mio marito che è un dipendente a tempo determinato. Parliamoci chiaro, arrivare a fine mese senza andare in rosso non è una passeggiata: il mutuo, il nido, le bollette, la benzina, il mangiare, i pannolini..... e gli imprevisti (la macchina a cui si rompe una serratura, il dente che si sbriciola, l'altro dente che va estratto.....). Però si può fare !!! Quando ci siamo sposati mio marito lavorava a co.co.co., poi è passato a partita iva e ora è dipendente a tempo determinato: un bel progresso mi sembra! Abbiamo azzardato cercando di avere subito dei figli e siamo stati fortunati: sono arrivati i nostri bellissimi "mostriciattoli" subito subito!!! Abbiamo azzardato comprando casa: "un bel mutuo non se lo leva nessuno" , la fortuna è averne trovato uno a tasso variabile ma con rate costanti di 5 anni in 5 anni.... lo finiremo di pagare nel 2100 ma che ci volete fare... (però abbiamo preso qualcosina in più che ci teniamo per gli imprevisti più imprevedibili improrogabili!!!!) Molti mi chiedono come facciamo e perchè non ci lamentiamo mai: non ci lamentiamo perchè fortunatamente stiamo tutti bene in salute, perchè non siamo mai andati in rosso in banca e, sono sincera, perchè so se rimanessi senza un tetto saprei di poter contare su qualcuno! Come facciamo? La nostra (nel senso che per noi va bene questa) ricetta è: niente ristorante, pizzeria, cinema, parrucchiere ( i capelli li faccio io a tutti, me compresa, con la macchinetta ), sky e vacanze invernali ; le scarpe e i vestiti presi solo se servono davvero in saldo al mercato o ai supermercati; la spesa la faccio di solito con le offerte (e sono fortunata che mio padre fa l'orto quindi non compro verdura e frutta né olio!!!!). Per noi non sono rinunce perchè per noi sono cose non importanti! Però sono importanti l'asilo nido, il mare e la piscina dei bimbi e, se avanza qualcosa, di solito lo spendiamo in aggiornamenti del computer e in pensierini per i bimbi. Vorrei aggiungere che se qualcuno mi chiedesse se mi pesa la mia vita la risposta sarebbe no! Se mi chiedesse se con uno stipendio più alto vivrei meglio risponderei dipende! Dipende da cosa dovrei fare per ottenerlo: se dovessi perdermi un po' dei miei terribili e amatissimi piccoli, se dovessi stare meno con mio marito, se dovessi rinunciare a seguire le attività che seguo adesso... risponderei no. Voglio concludere con una cosa che penso davvero e che è quella che sta guidando i passi della nostra famiglia: se aspettate che tutto sia perfetto ( e intendo lavoro, stipendio, casa....) per crearvi una famiglia rischiate di arrivare tardi e non godervi la famiglia. A volte si sta meglio con un po' di meno ma con qualcuno in più! E ora, visto che tra pochi giorni è Natale, scappo a fare gli ultimi regali perchè senza un pensiero (anche piccolo piccolo) per chi ami che senso ha festeggiare? P.S.: ovviamente la mia ricetta va bene nel mio personale caso!
So che c'è gente che è sull'orlo del baratro tutti i mesi e mai mi permetterei di dare consigli!!!
Io vorrei solo dire a chi ha paura di lanciarsi perchè vede il futuro incerto e nero: "Buttati adesso perchè non sai cosa può riservarti domani la vita!"

P.S.2: Per tutti coloro che passano di qui: "I miei più cari e sinceri auguri per un Natale sereno e un 2008 con tanti sogni da realizzare e realizzati!!!!", un abbraccio,
Lisa