lunedì 17 dicembre 2007

Pd, Caldarola: Walter attento, ti vogliono occhettizzare

“Tutto cominciò con Occhetto. Spero che Walter, che all’epoca c’era, si ricordi la trama del film e provveda ai rimedi del caso”. Peppino Caldarola, deputato del Partito democratico e sostenitore di Walter Veltroni, mette in guardia l’amico leader del nuovo soggetto: “Ci sono alcuni specialisti nello sfascio nel centro-sinistra su cui bisognerà un giorno soffermarsi. La linea di condotta è buona se a guidare sono loro, sennò non va bene”. Gli “sfasciatori” si preparano - avvisa Caldarola - a proporre per Veltroni il remake del film di cui fu protagonista l’allora segretario del Pci - e poi Pds - Achille Occhetto. Nell’intervento pubblicato sul blog Vaicolmambo, da lui ideato, Caldarola estende lo sguardo a quanto di simmetrico sta avvenendo sul versante del centrodestra. “Sono tutti d’accordo per la pacificazione, tranne i soliti noti. Quelli che sono d’accordo si preparano alla guerra civile nel proprio campo, così tanto per tenersi in allenamento. Ciò che colpisce è la motivazione della battaglia. Fini combatte Berlusconi. Vuole un’altra cosa? No, dice di volere un partito unitario di destra e la pace con il centro-sinistra. Però vorrebbe comandare lui. Sperava che il Cavaliere si facesse da parte spontaneamente, ora si affida all’età. E se il Cavaliere campasse cent’anni? Dall’altro lato tutti d’accordo con Veltroni? Le riforme, la pace? Ovviamente sì, lo avevo detto prima io. Tuttavia li irrita che a farle sia il sindaco di Roma”. Dunque, Walter - suggerisce l’amico Caldarola - stia attento.