giovedì 20 dicembre 2007

La pornoprof vuole tornare a scuola







In cattedra professoressa a Pordennone, su internet Madameweb pornodiva di successo Il Video girato alla Fiera dell'Eros di Berlino.
La pornoprof di Pordenone vuole tornare in cattedra. Dopo essere stata sospesa a causa di un video hot (che noi pubblichiamo) girato alla fiera del sesso a Berlino, Anna Ciriani, in arte Madameweb, chiede chiarezza sul suo futuro professionale, difendendo la sua posizione. "Ognuno può fare ciò che vuole se non commette atti illeciti", spiega la 39enne al Corriere. Sul suo caso presto deciderà un giudice, intanto è già stata organizzata una raccolta di firme a favore della prof.
"Non ne posso più di questa attesa", dice l'insegnante con voce tremante per la paura di influenzare negativamente il verdetto. Madameweb vuole tornare a insegnare e allo stesso tempo porta avanti una singolare battaglia personale per la libertà individuale. "A Berlino Anna si è divertita, ma non ha fatto male a nessuno", dice il marito, spiegando che la trasgressione della compagna non ha nulla a che vedere con la sua professionalità. "Lei ci tiene al suo lavoro, mi auguro che si valutino i suoi meriti - aggiunge in maniera provocatoria l'uomo -. Giovanni Scattone, condannato per omicidio, è supplente al liceo; la Franzoni cresce due figli. Mi moglie che male ha fatto per essere trattata così?".
Laureata nel 1993, autrice di volumi su Napoleaone e sulla Seconda Guerra mondiale, Madameweb ha sempre insegnato. L'ultimo impiego a San Vito al Tagliamento, dove, dopo la pubblicazione di alcune sue foto osè su Internet, le erano stati affidati dei corsi serali per adulti. Poi il video di Berlino, la sospensione imposta dal dirigente scolastico e il rischio di perdere il posto per sempre. "Si sono scritte tante falsità sul mio conto, ma io sono un adonna semplice, voglio tornare in cattedra. Non voglio fare soldi con il mio corpo", ha spiegato Anna. Chissà se riuscirà a convincere il giudice.
Guardate il VIDEO e giudicate se ne vale la pena (eccome secondo noi) che Madameweb insegni ai figli d'Italia.