sabato 8 dicembre 2007

COSSIGA ANDRÀ ALL'INFERNO


Caro Frà, insomma presidente emerito Cossiga, scrivo contro il tuo intervento al Senato e per la tua decisione di salvare Prodi. Sei stato decisivo. Da discepolo a maestro ho per te venerazione: ma se tu l'avessi ti tirerei la barba. Sintetizzo il tuo ragionamento. 1) Il decreto sulla sicurezza è una burla, un ministro dell'Interno dovrebbe vergognarsi a firmare un atto così vuoto. In perfetta coerenza con la linea di attacco e depotenziamento delle nostre forze dell'or dine. 2) La situazione internazionale è però tale da non poterci permettere un vuoto di governo. Sta per scoppiare un'altra guerra in Kosovo, per la decisione del suo nuovo governo di proclamarsi indipendente dalla Serbia. L'America plaude, la Germania acconsente. La Russia è ostile. Bisognerà forse mandare truppe a Pristina e bombardare Belgrado, mentre l'Italia ha la presidenza del Consiglio di sicurezza all'Onu. Non possiamo andare ad elezioni.
RENATO FARINA