sabato 1 dicembre 2007

L'asse Mpa-Udc scompagina la Cdl










I segnali di un terremoto all'interno della Cdl siciliana, ci sono tutti. Dall'annuncio del «predellino» di due domeniche fa di Silvio Berlusconi sulla nascita del nuovo Partito del popolo, alla marcia indietro sullo scioglimento di Forza Italia, ieri, i contorni e l'identità dello schieramento sembra abbastanza confusa. Con l'Mpa regionale che, ora, guarda all'intero panorama politico in cerca di possibili alleanze.

In una nota diffusa ieri dalla segreteria siciliana del movimento indipendentista guidato da Raffaele Lombardo, si legge infatti che «l'alleanza Cdl-Mpa in Sicilia, inutile nasconderlo, non sta più in piedi».

«Da tempo», continua la nota, «che viene picconata tenacemente dal vertice di Forza Italia e la nascita del Pdl è servita per assestargli il colpo di grazia». «Oramai», conclude la nota «non è tempo di professioni di buona volontà che suonano false e ipocrite. L'Mpa ne prende atto e si muove a 360 gradi a partire dalla forte alleanza con l'Udc». Lombardo, nei giorni scorsi, aveva chiesto un chiarimento agli alleati di coalizione.



A influire sulla posizione di Lombardo contro Forza Italia ci sarebbero anche dinamiche catanesi, vecchi attriti con due big forzisti come Pino Firrarello e Giuseppe Castiglione. Ne dà conferma il segretario regionale Mpa Lino Leanza: «Chiediamo chiarezza a Forza Italia sul progetto di Berlusconi e sulle alleanze che qui a Catania alcuni esponenti di Fi vogliono fare col Pd».


IL 2 DICEMBRE
Per quella data, che coincide con il lancio deI nuovo Pdl di Berlusconi, l'Udc ha annunciato una manifestazione a Palermo con Pier Ferdinando Casini

IL VERTICE
È saltato il vertice convocato a Roma tra i segretari regionali della Cdl e il presidente Cuffaro per discutere delle prospettive deI governo regionale

L'ANNUNCIO
Lombardo annuncia la rottura: "L'alleanza tra Cdl e Mpa in Sicilia non regge più. Ci muoviamo a 360 gradi a partire dalla forte alleanza con l'Udc"

AN SI RIUNISCE
Oggi il coordinatore regionale di An, Giuseppe Scalia, riunisce il coordinamento siciliano deI partito: all'ordine dei giorno la situazione politica