sabato 15 dicembre 2007

LA MINATA DI LI DEI



Cu pati di sintòmi e di stinnicchi,

ppi non sentiri cosi stralunati,

s'intuppassi lu zuccu di l'oricchi;

non sù pp'iddi sti cosi nzuccarati!

Ccà nui parramu di cazzi e di sticchi,

di culi, di futtuti e di minati;

cui non voli non senta ... Parru sulu

a st'unioni di futtuti in culu.

Domenico Tempio poeta dialettale catanese